Convertito in Legge il Decreto Semplificazioni (DL n. 90/2014)

Ad agosto, il Decreto legge n. 90/2014 (c.d. “Decreto Semplificazioni”) è stato convertito in Legge n. 114/2014. Ferme restando le disposizioni introdotte dal Decreto per le persone disabili e gli invalidi civili, in merito allo snellimento dei tempi e delle procedure per l’accertamento dell’handicap, per il conseguimento delle prestazioni per i neo maggiorenni invalidi civili e altro, si segnalano alcune significative novità introdotte dalla legge di conversione.

Rivedibilità e diritti acquisiti

All’art. 25 viene aggiunto il comma 6 bis. Nel caso siano previste visite di re-visione per la verifica di invalidità civile e per handicap, i soggetti interessa-ti, contrariamente a quanto accadeva in precedenza, conservano tutti i diritti acquisiti in materia di benefici, prestazioni e agevolazioni di qualsiasi natura, senza perdere il diritto in attesa del nuovo accertamento. Altro aspetto rilevante riguarda la convocazione a visita, nei casi di verbali per i quali sia prevista la rivedibilità, che è di competenza dell’Inps, non della Asl o del cittadino.

Invalidi minorenni

Il DL n. 90 aveva stabilito che ai minori titolari di indennità di accompagna-mento (per invalidità civile e cecità) o di comunicazione, nonché a coloro che sono affetti da patologie gravi, sono attribuite, al compimento della maggiore età, le prestazioni economiche erogabili agli invalidi maggiorenni senza ulteriori accertamenti sanitari.

La legge di conversione elimina ora l’obbligo di presentare la domanda in via amministrativa, come previsto nel decreto legge.

Minori titolari di indennità di frequenza

Si ricorda inoltre che la nuova disciplina prevede che i minori, già titolari di indennità di frequenza che presentano la domanda in via amministrativa entro i sei mesi antecedenti il compimento della maggiore età, ottengono, in via provvisoria, al compimento del diciottesimo anno di età, le prestazioni erogabili agli invalidi maggiorenni. Rimane fermo, al raggiungimento della maggiore età, l’accertamento delle condizioni sanitarie e degli altri requisiti previsti.

Ti potrebbe interessare...