Il bonus da 80 euro è una beffa: in due milioni devono restituirlo

Il bonus elettorale voluto da Renzi preso da 11,9 milioni di italiani. Poi la beffa

01 Marzo 2017 – Rischia di trasformarsi in una vera beffa il bonus di 80 euro concesso dal governo Renzi a 11,2 milioni di contribuenti italiani. Secondo quanto reso noto dal ministero dell’Economia, quasi due milioni di connazionali dovranno restituirlo.

Il bonus è costato in tutto 9 miliardi. I contribuenti in media hanno percepito 800 euro, secondo i dati relativi alle dichiarazioni dei redditi Irpef per l’anno d’imposta 2015. Secondo le tabelle disponibili online, 1,73 milioni di contribuenti dovranno restituire – totalmente o in parte – il bonus.

CHI DEVE RESTITUIRLO – Nel dettaglio, circa 966.000 persone hanno dovuto restituire integralmente gli 80 euro in sede di dichiarazione, mentre 765.000 soggetti hanno dovuto restituire solo una parte del bonus ricevuto. Al calcolo bisogna poi aggiungere che, in sede di dichiarazione dei redditi i soggetti che hanno fruito del bonus per l’intero ammontare risultano 514.000, mentre 1.009.000 soggetti ne hanno recuperato in dichiarazione una quota, a integrazione dell’importo già in parte erogato dal sostituto d’imposta.

REDDITO MEDIO – Stando ai dati del Mef emerge inoltre che il reddito medio dei lavoratori dipendenti ammonta a 20.669 euro; i pensionati si fermano a 16.870 euro; i lavoratori autonomi raggiungono i 38.290 euro. I redditi Irpef più ‘ricchi’ sono quelli della Lombardia, con 24.520 euro, mentre all’ultimo posto ci sono i redditi della Calabria, con appena 14.780 euro. Si tratta di una differenza che sfiora i 10.000 euro.

Ti potrebbe interessare...